Culatta mobile fucile mod. Arisaka
Forgiata in acciaio di forma cilindrica e serve per alloggiare l'otturatore, il meccanismo di scatto e di alimentazione e permetterne i movimenti.

La parte superiore del ponte posteriore di culatta presenta due fresature per l'appoggio della classica piastrina di caricamento tipo Mauser. 
Gruppo di scatto fucile mod. Arisaka
A differenza della culatta del modello 1891, il foro dell'espulsore posizionato sull'asse longitudinale-centrale della culatta.
Particolare della culatta con vista del gruppo di scatto, da notare la somiglianza delle parti meccaniche del Tipo I col modello 1891.
Il gruppo di scatto funziona con lo stesso principio dello scatto del modello 1891, l'unica differenza la posizione centrale dell'espulsore, sull'asse longitudinale della culatta.
Otturatore fucile mod. Arisaka
Coppiglia per il fissaggio del gruppo di scatto alla culatta.
Vista destra, dell'otturatore del Tipo I, a prima vista sembra quello del fucile modello 1891/41 o di altre armi con il manubrio diritto.
L'unghia di estrazione del bossolo, posizionata adiacente al tenone, chiamata del Tipo Nuovo, come da Circolare Nr. 40 del 28 gennaio 1913.
Ecco la scanalatura centrale e non laterale, come nel modello 1891, per la guida del dente di espulsione del bossolo.
A destra il particolare dell'attacco del manubrio sul corpo dell'otturatore, dove presente l'unico marchio trovato in questo fucile Tipo I, il marchio sembrerebbe un numero e nel particolare il "28".
(n.d.r. non difficile riscontrare, nelle parti di molte armi modello 1891, la mancanza di marchi.)
Vista sinistra, dell'otturatore del Tipo I.