Lastrine di caricamento delle armi modello 1891

Le lastrine di caricamento delle armi modello 1891, sono rimaste inalterate nel tempo, tranne  per quelle  prodotte fino al 1894 che avevano piccole differenze costruttive, come la lunghezza della nervatura, che trattiene il fondello del bossolo, più corta.
Le sostanziali differenze, delle varie produzioni delle lastrine di caricamento, sono identificabili esclusivamente sui materiali utilizzati per la loro realizzazione:
ottone, acciaio zincato, acciaio nikelato, acciaio stagnato e acciaio abbrunito.
Come già esposto nelle capitolo dedicato all'adozione del fucile modello 1891, si decise, per ovviare ai costi elevati di progettazione e produzione, di usare le lastrine metalliche di caricamento proposte da Mannlicher (adozione 23 Aprile 1891), pagando le royalties di 300.000 lire.
La differenza sostanziale dalle lastrine austriache è che queste avevano la peculiarità di poter essere inserite nel serbatoio solo in un verso, infatti possiamo usare la definizione di alto e basso; mentre le lastrine del fucile modello 1891 potevano essere inserite nel serbatoio da entrambe le estremità.
AA - Aldo Adamo
BP - Boschesi Pietro
CA - Cavalli Alfredo
LN - Leggiatore Nicola
PV - Pasarello Vincenzo
RM -Rubino Mario
SL - Scotti Luigi
ZG - Zangari Gaetano
Inizialmente le lastrine di caricamento furono prodotte dalle stesse fabbriche che assemblavano anche il munizionamento.
Più tardi vennero date in appalto ad altri produttori che andremo, per quello che concerne le nostre conoscenze, ad analizzare.
Nelle foto una lastrina di caricamento, ispettore L.N. prodotta dal pirotecnico di Capua nel 1917, stessa produzione anche per il munizionamento.
Pirotecnico di Capua (CE)
codice dell'ispettore
C (Capua)- anno
Pirotecnico di Bologna
codice dell'ispettore o fabbrica
B (Bologna)- anno
RR   Milano (?)
codice dell'ispettore o fabbrica
M (milano ?)- anno
codice fabbrica
anno
codice fabbrica
anno
Particolare curioso, che riguarda le lastrine di caricamento di questo gruppo, è la sostituzione della lettera "I" con la lettera "J", nell'indicare il codice della fabbrica.
Particolare curioso in questa lastrina del 1920, dove la croce centrale è stata sostituita con la lettera X.
Molto interessante la varietà di tipologia numerica usata da questa fabbrica nell'indicare l'anno di produzione.
Abbiamo produzioni che indicano il decennio (standard per quasi tutti i produttori), altri esempi che indicano il decennio con anteposta o posticipata una stella a cinque punte e in ultimo l'anno di produzione è indicato con tre numeri,  il millennio e il decennio.
Leon Beaux & C., Milano
codice fabbrica
anno
La Precisa, Teano Scalo (CE)
Società metallurgica italiana, Campo Tizzoro (PT)
Bombrini Parodi Delfino, Colleferro (RM)
Di questa fabbrica abbiamo tre marchi di ispettore:
E.S, FP, T.R e quello più ricorrente L.N.
Di questa fabbrica abbiamo  cinque marchi di ispettore:
SL, FP (n.d.r.da notare che questo ispettore è stato riscontrato anche nella produzione del pirotecnico di Capua), S-B, TM e quello più ricorrente B.P.
In base a nuove documentazioni la sigla S-B si riferisce alla SIGMA (Società Italiana Generale per Munizioni ed Armi) di Bologna, sub-fornitore del pirotecnico (riv. Armi e Tiro).
codice fabbrica
anno
codice fabbrica
anno
E.S     C-98
ottone
FP     C-05
ottone
FP     C-06
ottone
E.S     C-11
ottone
L.N    C-15
ottone
L.N    C-16
ottone
L.N    C-17
ottone
L.N    C-18
ottone
L.N    C-20
ottone
L.N    C-24
ottone
SL    B-94
ottone
B.P    B-99
ottone
B.P    B-900
ottone
B.P    B-01
ottone
B.P    B-02
ottone
B.P    B-03
ottone
B.P    B-07
ottone
B.P    B-08
ottone
B.P    B-16
ottone
S-B    B-16
ottone
B.P    B-17
ottone
S-B    B-17
ottone
B.P    B-19
ottone
B.P    B-20
ottone
F.P    B-23
ottone
TM    B-31
ottone
RR    M-35
ottone
RR    M-36
acciaio brunito
SMI    14
ottone
SMI    15
ottone
SMI    924
ottone
SMI    27
ottone
SMI    949
ottone
SMI    950
ottone
SMI    951
ottone
SMI    953
ottone
SMI    955
ottone
SMI    963
ottone
SMI    965
ottone
SMI    971
ottone
SMJ    12
ottone
SMJ    13
ottone
L.B.C.    933
ottone
Il codice della fabbrica La Precisa ebbe due variazioni grafiche, una col logo scritto in modo sequenziale e l'altro con le due lettere del logo una sopra l'altra.
L     950
ottone
P
LP   35
acciaio brunito
BPD    34
ottone
BPD    35
ottone
Ignoti
anno
codice dell'ispettore o fabbrica
(n.d.r.Questa è una parte della nostra collezione di lastrine di caricamento per armi modello 1891, chiaramente non le abbiamo tutte e man mano verremo in possesso di qualche altra nuova lastrina sarà nostra premura  inserirla)
"A livello visivo volevo ricordare che le diverse tonalità di colore delle lastrine, anche se di materiale identico, è dovuto allo stato di conservazione".
LL    36
acciaio brunito
LL    41
acciaio nichelato
RR    41
acciaio zincato
SMI    943
acciaio brunito
Lastrina con doppia croce, che identifica più riutilizzazioni.
Le lastrine di caricamento sono del tipo monouso e dopo il loro utilizzo venivano recuperate e consegnate alla Direzione di Artiglieria e successivamente alle fabbriche di munizioni, dove veniva controllata la loro efficienza.
Se trovate idonee venivano riutilizzate per confezionare i pacchetti per munizioni del tipo non a palla (tiro ridotto, munizionamento a salve, ecc).
Le lastrine riutilizzate erano facilmente identificabili dalla croce punzonata nella sporgenza che si incastra nel becco del gancio del serbatoio.
In alcune lastrine abbiamo trovato più di una croce, che sta a significare più ricicli.
In questo capitolo sono proposte una serie di lastrine, divise per fabbrica, ispettore, anno di produzione e materiale.
Le dimensioni sono espresse in base al disegno in basso:
altezza 64,7 mm, lunghezza 32,2 mm e profondità 13,1 mm, sui lati vi sono delle finestre di alleggerimento lunghe 44,2 mm e larghe 17,8 mm.
Sopra e sotto le due finestre vi sono 2 nervature che trattengo i colpi inseriti in essa, la nervatura in basso, lunga 57,5 mm (nelle lastrine antecedenti al 1894 più corta), trattiene il fondello del bossolo e quella superiore, lunga 50,5 mm, agisce come una leggera pinza e trattiene il bossolo nella parte mediana.
Risultano inoltre altre lastrine di caricamento, costruite negli Stati Uniti nel dopo guerra, esse sono in acciaio e identificabili, oltre all'assenza di alcun marchio, dalle dimensioni delle finestre laterali che risultano più piccole.
Parte alta della lastrina di caricamento per i fucili austriaci del tipo Mannlicher.
La parte zigrinata serve da presa per le dita e facilitare l'inserimento del pacchetto di caricamento nel serbatoio.
Lastrine senza croce, che identifica nessuna riutilizzazione.
Codici Ispettore
(documentazione E. Bagioni)
Zona della lastrina dove è impresso il codice della fabbrica e l'anno di produzione, in alcune produzioni è indicato solo l'anno.
Zona della lastrina dove è impresso il codice della fabbrica, oppure il codice dell'ispettore.
Zona della lastrina dove è impresso il segno del riutilizzo.
13,1 mm
64,7 mm
32,2 mm
44,2 mm
17,8 mm
57,5 mm
50,5 mm
Società metallurgica italiana, Campo Tizzoro (PT)
C.A    B-40
acciao nichelato
B.P    B-11
ottone
B-P    B-17
ottone
(non ricondizionata)
SMI    952
ottone
L.L.
codice fabbrica
anno
INUF    942
acciaio brunito
INUF    943
acciaio brunito
codice dell'ispettore o fabbrica
anno
M.U.G.
M.U.G.    942
acciaio
RR    43
acciaio brunito
Senza marchi
acciaio
acciaio brunito
acciaio brunito
T.R     C-12
ottone
L.N    C-13
ottone
L.N    C-14
ottone
L.N    C-25
ottone
L.N    C-29
ottone
B.P    B-12
ottone
B.P    B-13
ottone
B.P    B-14
ottone
B.P    B-18
acciaio
S-B   B-18
acciaio
B.P    B-21
ottone
??    B-24
ottone
Interessante utilizzo di diversi stili di carattere e come il 1924 si diversifica dagli altri anche nella indicazione dell'anno.
SMI    26
ottone
SMJ    15
ottone
Insolita lastrina della prima guerra mondiale in acciaio, anche questa, come nella produzione Bologna, del 1918.
Insolite lastrine della prima guerra mondiale in acciaio.
L.B.C.    934
ottone
SMI    956
ottone
Lastrine Balilla
M.U.G.    943
ottone

Fratelli Inuggi -INUF
E.S     C-900
ottone
F.P    B-24
ottone
L.N    C-23
ottone
SMJ    14
ottone